punto di interesse

Chiesa di San Carlo

Chiesa

punto di interesse

Chiesa di San Carlo

Chiesa

01-dettaglio-chiesa-san-carlo

La Chiesa di San Carlo di San Gemini

Lungo via Casventino si incrocia piazza Palazzo Vecchio che, oltre all’omonimo mirabile palazzo ospita quella che in origine doveva essere una sorta di piccola loggia pubblica con all’interno un’edicola con icona venerata della Vergine e oggi è conosciuta coma la Chiesa di San Carlo.

Nel tempo le arcate della loggia vennero tamponate e le due porta architravate e già dagli inizi del 1400 l’edificio era una chiesa a unica navata con asse longitudinale che, per questo motivo, segue ancora oggi l’asse della strada.

Nel corso dei secoli la chiesa ha cambiato più volte nome, da Santa Maria de Cicerchiis, a Santa Maria de Incertis, per poi prendere l’attuale nome di Chiesa di San Carlo, in ricordo di quando lo stesso santo, Carlo Borromeo nel XVI secolo vi celebrò una messa.

01-dettaglio-chiesa-san-carlo

Lungo via Casventino si incrocia piazza Palazzo Vecchio che, oltre all’omonimo mirabile palazzo ospita quella che in origine doveva essere una sorta di piccola loggia pubblica con all’interno un’edicola con icona venerata della Vergine e oggi è conosciuta coma la Chiesa di San Carlo.

La Chiesa di San Carlo di San Gemini

Nel tempo le arcate della loggia vennero tamponate e le due porta architravate e già dagli inizi del 1400 l’edificio era una chiesa a unica navata con asse longitudinale che, per questo motivo, segue ancora oggi l’asse della strada.

Nel corso dei secoli la chiesa ha cambiato più volte nome, da Santa Maria de Cicerchiis, a Santa Maria de Incertis, per poi prendere l’attuale nome di Chiesa di San Carlo, in ricordo di quando lo stesso santo, Carlo Borromeo nel XVI secolo vi celebrò una messa.

piazza-palazzo-vecchio-chiesa-san-carlo-in-basso-a-destra

Cosa vedere all’interno della Chiesa

All’interno della chiesa si trova un ciborio che, sovrastante l’altare centrale, protegge il prezioso affresco che raffigura la Madonna in Trono fra Santi e Angeli Musicanti.

Negli strati più bassi altri affreschi più antichi: San Bernardino, Sant’Antonio Abate, San Giorgio databili dal XIV al XV secolo.

Sulla parete di sinistra una nicchia con l’affresco di una Madonna con Bambino tra Santo Stefano e San Sebastiano e nell’intradosso, le figure di Sant’Ansano e San Vincenzo Ferrer.

Usciti dalla chiesa, se non è stato già fatto, vale la pena una visita a Palazzo Vecchio.

Cosa vedere all’interno della Chiesa

piazza-palazzo-vecchio-chiesa-san-carlo-in-basso-a-destra

All’interno della chiesa si trova un ciborio che, sovrastante l’altare centrale, protegge il prezioso affresco che raffigura la Madonna in Trono fra Santi e Angeli Musicanti.

Negli strati più bassi altri affreschi più antichi: San Bernardino, Sant’Antonio Abate, San Giorgio databili dal XIV al XV secolo.

Sulla parete di sinistra una nicchia con l’affresco di una Madonna con Bambino tra Santo Stefano e San Sebastiano e nell’intradosso, le figure di Sant’Ansano e San Vincenzo Ferrer.

Usciti dalla chiesa, se non è stato già fatto, vale la pena una visita a Palazzo Vecchio.





scopri tutti i punti di interesse del borgo

Chiesa di San Carlo
Piazza Palazzo Vecchio, 05029, San Gemini